VeniceLand: a Venezia attivati i tornelli contro il turismo d'assalto

Venezia mette i paletti al turismo, anzi no, solamente lo desvia. I primi tornelli di metallo sono stati installati nella città lagunare per deviare il probabile e atteso traffico da bollino nero per il ponte del primo maggio. In base all’ordinanza del sindaco di Venezia l’incarico con la decisione di attivarli è stato affidato alla polizia municipale. I tornelli, uno vicino al Ponte di Calatrava, l’altro all’imbocco di Lista di Spagna, daranno sempre il via libera ai residenti veneziani. Si chiuderanno invece per i turisti diretti a San Marco o Rialto, che verranno deviati su percorsi alternativi. Non tutti sono d’accordo con questa drastica decisione.

Il prossimo passo? Vendere il ticket per entrare? La protesta

A parte il malumore dei turisti, ovviamente, vi è anche quello politico con il quale si pensa che l’attivazione di questi tornelli non sono altro che le “prove generali” per trasformare Venezia in un parco turistico a numero chiuso.

E’ già stato scelto infatti dai contrari il nuovo nome di Venezia: VeniceLand! Per altri invece, questo rappresenta solo il primo passo di un piano ben più ampio: quello successivo sarà di vendere ticket per aprire il tornelli e poter entrare.