Nella notte tra il 5 e il 6 giugno si verificherà l’allineamento di Terra, Venere e Sole, fenomeno osservabile da 7 continenti ma dall’Italia solo nelle fasi finali, all’alba del 6 giugno. Come spiegano gli esperti dell’UAI (l’Unione Astrofili Italiani), “Le fasi finali del transito saranno osservabili dall’Italia, si verificheranno quando il Sole è ancora molto basso sull’orizzonte orientale. Sono quindi favorite le località a Est. Sulla costa adriatica infatti l’orizzonte è libero da ostacoli ed è possibile seguire tutte le fasi del sorgere del Sole”.

Per poter assistere all’evento: vedere una sorta di piccolo punto nero che attraversa il disco luminoso del sole, è necessario usare vetri protettivi speciali per proteggere gli occhi, i normali occhiali da sole non sono sufficienti a proteggerci. Inoltre non bisogna comunque fissare a lungo il Sole, per evitare danni alla vista. Un telescopio con un filtro solare è il metodo migliore per la visualizzazione del transito.

Un fenomeno astronomico raro, per il ripetersi dell’occasione bisognerà aspettare 105 anni, quindi da non perdere.

Ma se non si ha la fortuna di trovarsi in una zona favorevole all’osservazione? O se non si dispone dell’attrezzatura adatta all’osservazione?

Noi vi proponiamo una efficace alternativa, seguire il fenomeno del transito di Venere tra noi e il Sole sul web. La NASA, oltre a fornire preziosi consigli sul come effettuare l’osservazione dal vivo, offre l’evento in live-streaming. Sul sito ufficiale della NASA, nella pagina Live Venus Transit Webcasts, dedicata appunto al transito di Venere, potrete addirittura scegliere da dove esattamente seguire l’evento in diretta, tra le località predisposte per l’osservazione. A partire dalle ore 9:45pm UTC, cioè le 23:45 italiane del 5 giugno 2012.