USA: Meteorite esplode in aria prima dell'impatto sulla Terra

Un meteorite è esploso il 1° gennaio nella contea di Washington (Pennsylvania, USA) e ha generato un’onda d’urto equivalente a 30 tonnellate di dinamite. COme riportato dall’agenzia “NASA Meteor Watch“, attraverso la sua pagina Facebook ufficiale, intorno alle 11:20 (ora locale), il satellite geostazionario ambientale operativo GOES-R ha rilevato un “forte segnale di meteorite”, che si ritiene sia l’origine del rombo. Ha anche spiegato che la palla di fuoco non poteva essere vista perché l’area era nuvolosa in quel momento.

Meteorite con diametro di circa un metro e una massa vicina alla mezza tonnellata

Il giorno dopo pubblicò un aggiornamento in cui si specificava che una stazione di infrasuoni vicina al luogo dell’esplosione registrava l’onda d’urto della meteora mentre si disintegrava.

Inoltre, tenendo conto che viaggiava a circa 72.400 chilometri orari, si stima che l’astro avesse un diametro di circa un metro e una massa vicina alla mezza tonnellata.

“Se non fosse stato nuvoloso, la palla di fuoco sarebbe stata facilmente visibile alla luce del giorno”, si legge nel testo. Inoltre, secondo una stima approssimativa, il meteorite era 100 volte più luminoso di quello generato dalla luna piena.

Da parte sua, il National Weather Service statunitense (NWS) ha riferito che l’evento, notato da molti locali, non era legato a un fulmine nell’area, assicurando che la spiegazione più plausibile sia che “una meteora deve essere esplosa a un certo livello dal suolo”.