LE FACCENDE DOMESTICHE NON SONO LAVORI DA UOMINI – Quindi, rivela una nuova ricerca, i maschi che le eseguono, malgrado le buone intenzioni, snaturano il rapporto di coppia. Il risultato svelato dai sociologi e che almeno nella quantità, si riducono le performance a letto. Gli uomini che aiutano nei lavori domestici, i mariti premurosi che si fanno carico delle incombenze quotidiane della casa: cucinare, fare le pulizie e la spesa, avrebbero meno rapporti intimi con la propria moglie di quelli che si dedicano a compiti più “maschili” nel senso tradizionale del termine.

Lo rivela lo studio pubblicato su American Sociological Review: “I nostri risultati suggeriscono l’importanza dei ruoli di genere riconosciuti dalla società nel determinare la frequenza dei rapporti nel matrimonio eterosessuale“, ha dichiarato Sabino Kornrich, uno degli autori dello studio del Center for Advanced Studies presso l’Istituto Juan March di Madrid. “Le coppie in cui gli uomini partecipano di più nei lavori domestici generalmente eseguiti dalle donne, ha rapporti con minore frequenza (5 volte al mese). Mentre le coppie in cui gli uomini svolgono attività tradizionalmente maschili, come il lavoro in cantiere, il pagamento delle bollette, la manutenzione dell’auto, ha rapporti più frequenti (6,6 volte al mese)”.

Lo studio si riferisce a 4500 coppie sposate negli Stati Uniti, ed è basato su dati del National Survey of Families and Households. L’avvertimento compreso nello studio è che i dati si riferiscono a due decenni fa, anche se i sociologi sostengono che in sostanza quasi nulla è cambiato da allora.

In ogni caso, gli autori dello studio sul rapporto di coppia non stanno sostenendo che i mariti dovrebbero appendere il grembiule una volta per tutte e smettere di fare i “casalinghi”. Infatti pare che “Gli uomini che si rifiutano di aiutare in casa potrebbero alimentar il conflitto nel loro matrimonio e abbassare la generale soddisfazione coniugale delle loro mogli” Anche questo con nefaste conseguenze sull’attività sotto le lenzuola! Fortunatamente per le rappresentanti del gentil sesso, precedenti ricerche hanno rivelato che la soddisfazione delle donne nel rapporto coniugale è legata alla partecipazione degli uomini ai lavori domestici nel complesso, comprese le attività tradizionalmente femminili.