Kate Middleton non sarà propriamente una attrazione turistica dell’Inghilterra, ma di fatto la sua popolarità ha causato un incremento del turismo nel Regno Unito.

La residenza Reale di Kensington Palace si prepara per la seconda estate consecutiva all’afflusso massiccio di turisti, dopo aver attratto un numero record di visitatori l’anno scorso anche grazie alle Olimpiadi, il bis del fenomeno è atteso quest’anno sulla scia dell'”Effetto Kate”. Addetti al settore prevedono che l’interesse a livello mondiale per il duca, e la duchessa di Cambridge ora incinta e in prossimità della data del parto, nonché del loro bambino in arrivo, porterà ad un enorme afflusso di turisti anche in questa estate 2013.

I numeri del turismo in genere subiscono un arresto e una caduta durante l’anno successivo allo svolgimento in un Paese di un’Olimpiade ma Kate, dopo le Olimpiadi di Londra, ha contribuito a invertire il trend.

La Portavoce di Palazzo, Katrina Whenham, ha detto: “Con il bambino Reale in arrivo molta gente ruota intorno Kensington, che sta per diventare la nuova casa del duca, della duchessa e della corte“. Spiega anche che i visitatori non possono sperare di incontrare Kate, William o altri membri della Famiglia Reale nel palazzo, ma potrebbero occasionalmente vederli nei giardini di Kensington, all’arrivo o all’uscita.

In realtà esiste una precisa pianificazione degli eventi per invogliare i turisti ad una vacanza nel Regno Unito e nella capitale nel tentativo di eguagliare il record di visite dello scorso anno, non solo sfruttando l’arrivo imminente del bambino e l’attrattiva di Kate. Sono state appena inaugurate le mostre di abiti glamour indossati dalla Regina Elisabetta, dalla principessa Margaret e dalla principessa Diana. Gli addetti al turismo annunciano anche l’allestimento di mostre che riflettano la vita privata di William, di Kate e del loro bambino nei prossimi anni, ma questo è un tema delicato che ancora non è stato definito completamente.

La messa a frutto della celebrità di Kate Middleton e del riscontro che le figure dei duchi hanno a livello globale potrebbe giustificare le ingenti spese sostenute per l’ennesima ristrutturazione di Kensington Palace, al centro di polemiche per l’utilizzo del denaro pubblico.