Turismo lunare: Prima missione SpaceX sulla Luna usando il super-razzo BFR.

Una bella vacanza attorno alla Luna? Manca veramente poco. SpaceX ha annunciato di aver firmato un accordo con il primo turista che viaggerà intorno alla Luna. Per fare ciò, utilizzerà il razzo BFR, non ancora costruito. L’annuncio sull’account ufficiale Twitter della compagnia.

In tutta la storia dei voli spaziali, solo 24 persone sono atterrate sulla Luna. L’ultima volta che un piede umano ha calpestato il nostro satellite è stato nel 1974, durante la missione “Apollo 17“. Allo stesso modo, la Luna oggi è considerata uno degli obiettivi più attraenti per il turismo spaziale. Alcune società prevedono non solo l’invio di passeggeri per voli brevi, ma anche la costruzione di hotel in cui tutti coloro che lo desiderano possano trascorrere qualche giorno sulla Luna.

SpaceX ha annunciato i suoi piani per organizzare voli turistici sulla Luna nel febbraio dell’anno scorso.

Ci si aspettava che due persone che in quel momento avevano pagato un “deposito importante” viaggiassero intorno al satellite della Terra quest’anno.

Il viaggio nello spazio, secondo il direttore della compagnia Elon Musk, doveva durare circa una settimana. Tuttavia, è stato deciso di posticipare il volo fino al momento in cui verrà costruito il BFR, un razzo vettore riutilizzabile, che in futuro è previsto per i voli su Marte.

Il nome del passeggero che andrà sulla Luna.

Il nome verrà reso pubblico domani, lunedì 17 settembre. La data del volo è prevista fino dalla metà del 2019 in poi. Si prevede che i turisti volino intorno al satellite terrestre e ritornino senza atterrare sulla Luna. Durante il viaggio copriranno una distanza tra 500 mila e 650 mila Km, il doppio delle missioni Apollo.

Recentemente, l’US Air Force ha completato la procedura di certificazione per Falcon Heavy, un razzo vettore superpesante sviluppato dalla compagnia spaziale statunitense SpaceX.

Secondo Aviation Week, l’esercito ha anche stipulato un contratto con SpaceX per il lancio del nuovo satellite di controllo AFSPC-52. Il lancio è previsto per settembre 2020 e il valore del contratto è di 130 milioni di dollari.