Santiago de Compostela, Spagna. Il video del deragliamento del treno dura poco più di 10 secondi, le immagini sono sgranate, ma è possibile vedere l’incidente ferroviario cogliendo la paradossale velocità del treno passeggeri spagnolo diretto a Santiago de Compostela. Il treno rimbalza contro un muro in curva e esce dai binari come un giocattolo contorto.

Le operazioni delle squadre di soccorso stanno andando ancora avanti tra i resti del treno deragliato mercoledì 24 luglio alle ore 20:42. Uno dei peggiori incidenti ferroviari in Europa negli ultimi anni, che fa registrare, fino ad ora, 80 vittime e 178 feriti tra cui alcuni molto gravi, compresi 4 bambini.

Il filmato di una telecamera di sicurezza sta fornendo indizi agli investigatori, che si concentrano sulla velocità del treno e su un macchinista, un uomo di mezza età con la “passione”

dell’alta velocità che pare si sia vantato in passato proprio di aver superato dei record di velocità, anche sulla sua pagina Facebook.

Il conducente Francisco José Garzón Amo, con più di tre decenni di esperienza, è ora sotto inchiesta. Il giorno del deragliamento era anche lui al posto di guida del treno, di sicuro era lui a guidare solo 60 miglia prima dell’incidente.

La pagina Facebook di Garzón, cancellata in ritardo solo giovedi mattina, includeva una foto postata nel marzo 2012 che mostra un ago del tachimetro bloccato a 200 chilometri all’ora e un post con la sua osservazione: “Sono al limite e non posso andare più veloce o mi daranno una multa“.