Traslocare senza stress: suggerimenti utili per chi cambia casa

Cambiare casa richiede impegno e pazienza: le fasi di ricerca, valutazione e trasferimento vero e proprio possono infatti mettere a dura prova anche la persona più metodica e organizzata, causando il più delle volte molto stress. Come fare per non dimenticare nulla ed evitare di stressarsi troppo? Ecco qualche dritta utile.

L’organizzazione prima di tutto

Quando si sta per affrontare un trasferimento è bene partire sempre da una buona organizzazione, possibilmente con largo anticipo, per evitare di ridursi alle corse dell’ultimo minuto. Esistono diverse app per smartphone pensate proprio per questa occasione e che possono facilitare il processo, come Move Advisor o Sortly: sfruttandole si potrà organizzare in maniera veloce ed efficace il trasloco, creando addirittura degli scatoloni virtuali per fare un inventario e poter ritrovare tutto in fretta.

Utenze e documenti

Cambiare casa però non vuol dire solo spostare tutto da un’abitazione all’altra: il trasloco implica infatti anche degli adempimenti indispensabili dal punto di vista burocratico. Prima di tutto, se non sono già presenti, bisognerà dotare la casa di tutte le utenze necessarie per renderla abitabile. Gli step da seguire sono diversi e dipendono da vari fattori: se ci sono dei contratti di luce e gas ancora attivi basterà fare la voltura delle utenze, mentre se la fornitura è stata disdetta bisognerà procedere diversamente (con tempi un po’ meno brevi); in quest’ultimo caso, per informarsi al meglio si possono consultare siti specializzati con approfondimenti dedicati al subentro luce e gas Wekiwi, per esempio, in modo da avere tutto ben chiaro e agire per tempo.


Bisognerà poi comunicare il cambio di residenza al Comune di appartenenza, e lo stesso andrà fatto per il medico di base, da scegliere nuovamente tenendo conto della Asl di appartenenza per la nuova zona in cui si abiterà. Mai dimenticare di comunicare il nuovo indirizzo al proprio datore di lavoro e alle banche presso cui si hanno conti correnti, come pure ad eventuali compagnie assicurative, se si hanno polizze attive.

Il giorno del trasloco

L’operazione materiale del trasloco metterà di certo sotto stress, motivo per cui è bene avere presenti alcune dritte che potranno aiutare quando lo si dovrà affrontare. Prima di tutto è il caso di scegliere una ditta affidabile, specie se si ha la necessità di portare con sé oggetti ingombranti come i mobili, ad esempio. In ogni caso, la prudenza non è mai troppa: meglio fotografare oggetti delicati e preziosi prima del trasporto, in modo da non avere problemi in caso di danni.
È utile anche fare una lista di ciò che non si vuole portare nella casa nuova, per poi cominciare a impacchettare in maniera ordinata le cose già un mese prima dell’effettivo trasloco, partendo ovviamente da ciò che non si dovrà utilizzare tutti i giorni. Infine, meglio liberarsi da qualsiasi impegno o responsabilità nel giorno in cui bisognerà effettuare il trasloco, per avere agenda e mente sgombre.