OLIMPIADI INVERNALI 2014 – La torcia olimpica compirà una passeggiata nello Spazio, a tre mesi dall’inizio dei Giochi invernali di Sochi. La torcia è partita oggi, 7 novembre, dal Kazakistan, (base spaziale russa di Baikonur) e verrà inviata alla Stazione Spaziale Internazionale a bordo di un veicolo spaziale russo Soyuz. Il viaggio della torcia olimpica durerà 6 ore.

Gli astronauti rappresentanti della Russia, Mikhail Tyurin, della NASA, Rick Mastracchio e Koichi Wakata del Giappone porteranno con loro la torcia sul razzo vettore Soyuz Tma-11m, che è stato decorato con i 5 anelli olimpici e il logo dei Giochi invernali di Sochi.

La ISS è la prima tappa del viaggio nello Spazio della torcia olimpica. Da lì gli astronauti la porteranno fuori della Stazione orbitante e infine la torcia dei Giochi olimpici invernali tornerà sulla Terra lunedì prossimo, con l’equipaggio attuale della Stazione, composto dal russo Fyodor Yurchikhin, l’astronauta della NASA Karen Nyberg e e il nostro Luca Parmitano.

La torcia olimpica, ma non la fiamma olimpica. Sarebbe troppo pericoloso portare la torcia accesa a bordo. Inoltre la fiamma consumerebbe il prezioso ossigeno che occorre agli astronauti a bordo del Soyuz e della ISS.

La torcia spenta verrà portata infatti all’interno dei numerosi moduli della Stazione prima di affrontare, sabato, una passeggiata nello Spazio vero e proprio, nelle mani dei cosmonauti russi Oleg Kotov e Sergei Ryazanskiy, che fanno parte della squadra attuale della Stazione spaziale.

I precedenti casi in cui la torcia olimpica ha già volato nello Spazio prima del 2013 per “Sochi2014.ru“, si verificarono nel 1996, quando venne presa a bordo dello Space Shuttle Atlantis in occasione delle Olimpiadi di Atlanta, e nel 2000 per la XXVII olimpiade di Sydney. In quelle occasioni non venne però portata al di fuori di un veicolo spaziale.