EMERGENZA SUPER TIFONE HAIYAN – Dopo una prima valutazione della devastazione causata dal tifone Haiyan, l’UNICEF ha dichiarato che oltre 1,7 milioni di bambini, residenti delle zone colpite hanno bisogno di aiuto e sostegno.

Più di 36 province colpite dal tifone, secondo i dati diffusi dalle autorità di Governo delle Filippine, il 30° tifone che quest’anno colpisce l’arcipelago e il più forte mai registrato in tutto il mondo, che vanta già una pagina in molte lingue su Wikipedia.

il rappresentante del Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia nelle Filippine, Tomoo Hozumi, ha reso noto che un numero significativo di bambini dovrà affrontare le conseguenze del tifone. “Questo non è il primo disastro naturale a colpire le Filippine di recente” ha ricordato Hozumi facendo riferimento al terremoto di tre settimane fa, “quindi sappiamo quanto sia importante raggiungere i bambini in fretta“.

La priorità per l’UNICEF ora sono gli interventi salva-vita: ottenere farmaci essenziali, cibo per assicurare una nutrizione adeguata, acqua potabile e materiale per l’igiene per i bambini e le loro famiglie. L’UNICEF è pronta alla collaborazione con le ONG partner per affrontare al massimo dell’eficienza la situazione di emergenza.

Il comunicato stampa dell’Organizzazione precisa che le prime forniture dei beni di prima necessità dovrebbero raggiungere le Filippine il 12 novembre.

Intanto, il tifone Haiyan prosegue la sua corsa, in direzione della Cina, del Vietnam dove sono già programmati i piani di evacuazione, e del Laos, fortunatamente con una velocità del vento ridotta.