TERREMOTO OGGI COREA – Un sisma artificiale, magnitudo 5 della scala Richter, in seguito al test nucleare sotterraneo effettuato nella notte tra l’11 e il 12 febbraio 2013 in Corea del Nord, è stato rilevato dai sismografi nella penisola coreana poco prima della comunicazione ufficiale da parte di Pyongyang dell’esecuzione del terzo test nucleare in Corea. Test eseguito sfidando gli ordini del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di non incrementare l’attività nucleare e la minaccia di sanzioni e isolamento internazionale. Per la Corea del Nord questo esperimento è un passo in più verso il suo obiettivo di costruire una testata nucleare sufficientemente piccola da essere montata su un missile a lunga gittata che potrebbero minacciare gli Stati Uniti.

Il sisma artificiale si è verificato alle ore 10:57:51.4 locali, con ipocentro a 2 chilometri di profondità, localizzato a 346 chilometri a Sud Est di Jilin, città di quasi 2 milioni di abitanti, vicina al confine tra Corea del Nord e Russia dell’Est. 76 chilometri a Nord Ovest di Kimchaek e 22 chilometri a Nord Est della piccola città di Sungjibaegam.

Stati Uniti e Cina sarebbero stati informati nella giornata di ieri delle intenzioni della Corea: lo riferisce l’agenzia di stampa della Corea del SudYonhap”, citando quanto riferito da un funzionario di Seul. Pare che l’esperimento nucleare abbia soddisfatto il Nord Corea, che dichiara di aver raggiunto l’obiettivo di creare un ordignio piccolo ma con forza esplosiva maggiore degli ordigni sperimentati fino ad ora.

L’ONU, nella voce del segretario generale Ban Ki-moon ha espresso così il suo parere di condanna del test nucleare coreano: “Si tratta – si legge in una nota del suo portavoce – di una chiara e grave violazione delle risoluzioni adottate dal Consiglio di sicurezza”. Oggi stesso è prevista una riunione d’urgenza dell’assemblea dell’ONU, alle ore 23:00 di New York. Anche la Russia ha fortemente condannato l’esperimento coreano, secondo quanto riportato dall’agenzia “Reuters”.