La Turchia trema, scossa da una serie di eventi tellurici di varia intensità, di cui il più forte, di 5,0 Richter, si è registrato alle ore 17:48:28, ora locale, del 1° maggio 2012, in prossimità della costa ovest della Turchia, nel Golfo di Smirne.

50 chilometri a nord-ovest di Izmir, conosciuta da noi come Smirne, a soli 10 chilometri ad ovest del distretto annesso di Foça, nella zona del mare Egeo.

L’epicentro delle varie scosse è stato rilevato sempre ad una profondità minima, compresa tra i 12 e i 2 chilometri, sempre in prossimità di Izmir.

Dopo la scossa più forte si sono susseguite numerose altre scosse, 12 in poco più di due ore, di magnitudo stimato tra 3,2 e 2,2 gradi della scala Richter.

Per il momento non si registrano danni a cose o persone, come confermato anche dal governatore del distretto di Smirne.