TEMPESTA SAN GIUDA SU GB, OLANDA, FRANCIA – Venti fino a 160 chilometri orari, così la tempesta chiamata “St Jude“, San Giuda, nome del patrono delle cause perse che si celebra tradizionalmente il 28 ottobre, sta spazzando la Gran Bretagna meridionale, la Francia settentrionale e l’Olanda, provocando allagamenti e black out, disagi nei trasporti e vittime.

Vittime in Gran Bretagna. Una ragazza di 17 anni è stato uccisa da un albero caduto sul camper in cui dormiva, ad Edenbridge, nel Kent. Un uomo di 50 anni è morto a Watford per la caduta di un albero sulla sua macchina. Confermata anche la morte del ragazzo di 14 anni trascinato in mare dalle onde e dato per disperso questa mattina dalla guardia costiera a New Haven, nel Sussex. nel video a fine articolo le immagini del mare sconvolto dalla tempesta, mentre si cerca il ragazzo disperso.

San Giuda, che secondo i meteorologi è la peggiore tempesta degli ultimi 10 anni ad abbattersi su queste zone, è stata messa in relazione addirittura con la tempesta “Great Storm“, che ha colpito il Regno Unito nel 1987, uccidendo 18 persone e abbattendo circa 15 milioni di alberi.

I forti venti stanno causando disagi anche per gli spostamenti e i viaggi. Le società ferroviarie sono state costrette a sospendere i servizi e le autorità a chiudere autostrade e ponti.

L’aeroporto Heathrow di Londra ha avuto circa 130 voli cancellati solo dalle ore 08:00 alle ore 13:00 di oggi.

Senza energia elettrica almeno 220 mila case in Gran Bretagna.

Il porto di Dover, da cui partono i traghetti verso la Francia, è chiuso. Chiusa a scopo precauzionale la sezione B della centrale nucleare di Dungeness, nel Kent, una delle nove centrali nucleari della Gran Bretagna.

I venti più forti registrati finora hanno soffiato nella notte scorsa sull’Isola di Wight in Inghilterra, secondo quanto riportato dall’Ufficio metereologico britannico.

La cosa insolita in questo caso è che la maggior parte delle tempeste che si sviluppano sull’Atlantico sono già al massimo della loro potenza quando ci raggiungono” ha fatto notare il portavoce del Met office, Helen Chivers, “Questa tempesta sta continuando ad evolversi mentre attraversa il Regno Unito, questo è il motivo dei significativi disagi“.

Una vittima si è registrata anche in Olanda: una donna travolta da un albero, ad Amsterdam.

Forti venti sono attesi anche per tutta la giornata di oggi nei Paesi Bassi, secondo l’Istituto meteorologico olandese. Le autorità hanno invitato la popolazione a non uscire di casa.

L’aeroporto di Amsterdam, Schiphol, uno dei più transitati d’Europa, ha annunciato che la tempesta potrebbe portare a ritardi o cancellazioni dei voli.

La rete ferroviaria nazionale ha subito danni, e i trasporti su rotaia sono soggetti a rallentamenti e sospensioni su alcune tratte.

La stazione centrale di Amsterdam è chiusa a causa dei danni provocati dalla tempesta.

In Francia nessuna vittima, ma alberi e pali della luce sradicati e linee elettriche interrotte stanno creando problemi soprattutto nel nord del paese, con 75 mila abitazioni prive di corrente elettrica tra Bretagna e Normandia.