Si sveglia dal coma: non sapeva della pandemia e di aver avuto due volte il Covid-19

Un ragazzo inglese di 19 anni si è svegliato dopo aver trascorso 11 mesi in coma e affronta una nuova realtà: l’esistenza della pandemia globale di Covid-19 e che ha sofferto di Coronavirus due volte. Joseph Flavill, 19 anni, è stato investito da un’auto mentre camminava vicino alla sua casa nella città britannica di Tutbury il 1° marzo 2020, tre settimane prima che iniziasse il blocco della pandemia nel Regno Unito. Il paziente ha ripreso conoscenza poche settimane fa e, sebbene soffra ancora delle complicazioni del trauma cerebrale, può battere le palpebre per rispondere, sorridere e persino muovere gli arti.

Al momento comunica con i parenti tramite videochiamate perché ancora non può ricevere visite a causa della crisi sanitaria. “Come spiegare la pandemia a una persona che era in coma?” Chiede una delle sue zie. Siccome Flavill voleva prendersi un anno sabbatico per viaggiare dopo aver finito il liceo, la sua famiglia e gli amici lo faranno al posto suo: si filmano mentre camminano, corrono o vanno in bicicletta per girare il mondo, hanno già percorso circa 12900 Km in 20 giorni e condividono il video della loro esperienza con il convalescente e sua madre. Inoltre, la famiglia di Joseph Flavill ha organizzato una campagna online per raccogliere fondi e coprire i costi dei trattamenti futuri.