HAIYAN, YOLANDA – I due nomi del tifone che pare essere la tempesta più forte della storia. Il bilancio di vittime e sfollati sale; 100 morti, soprattutto a Tacloban, migliaia di persone costrette ad abbandonare le proprie case.

Un bilancio ufficiale degli effetti distruttivi di Haiyan è difficile da fare, a causa delle comunicazioni interrotte nel centro dell’arcipelago delle Filippine che rendono arduo il compito delle autorità e dei soccorritori.

Molti i video in circolazione, su YouTube, sulle pagine online dei media di tutto il mondo, che mostrano la violenza del vento e l’intensità delle piogge. Frane e nubifragi hanno devastato numerose isole note anche per essere mete turistiche e per essere state purtroppo colpite dal terremoto di magnitudo 7,1 nel mese di ottobre e dove almeno 5 mila persone vivono ancora nelle tende. Da Cebu a Bohol, Leyete e Samar, distanti circa 600 chilometri dalla capitale Manila, dove comunque vige l’alllerta e i cittadini sono stati invitati dal governo a non uscire di casa e mantenersi al riparo.

La traiettoria distruttiva di Hayian, che nelle Filippine è chiamato Yolanda, dovrebbe orientarsi nella giornata di oggi verso il mar della Cina, mettendo a rischio sul suo percorso anche la Cina e il

Vietnam.

I venti, dalle velocità superiori ai 300 chilometri orari di quando ha investito le Filippine e che lo fanno assimilire per potenza al ciclone tropicale più violento ed esteso della storia, sono ora intorno ai 250 Kmh. Non vi è certezza che non possano intensificarsi nuovamente.

Il video che vi proponiamo, che ci pare mostri in modo significativo la potenza del tifone, è tratto da YouTube, mentre moltre altre immagini del supertifone Haiyan stanno facendo il giro del mondo, anche grazie ai social network.