SPAZIO NEWS – Stanno per arrivare le stelle cadenti delle Perseidi chiamate anche le Lacrime di San Lorenzo. Apparse per la prima volta nel 36 dC la pioggia di meteoriti delle Perseidi prendono il nome dalla costellazione di Perseo. In realtà queste stelle cadenti sono causate dal fatto che la Terra attraversa la coda con le particelle di polvere della cometa Swift-Tuttle.

Ogni estate, infatti, la Terra passa in una scia di polvere stellare lasciata da questa cometa, e, di conseguenza, tutti i detriti bruciano al contatto con la nostra atmosfera, producendo lo spettacolo conosciuta come la pioggia di meteoriti Perseidi, o quello che sono comunemente riconosciuti come “

stelle cadenti“.

Niente paura in ogni caso: questi meteoriti si disintegrano molto prima di poter raggiungere il suolo. Sarà bassa la visibilità per chi vive in Australia, Nuova Zelanda, e le zone del Sud America.

Si consiglia di osservare la pioggia di meteoriti nelle ore prima dell’alba delle mattine dell’11 agosto fino al 13 agosto. Con fino a 60-100 meteore per ora come da previsione, gli osservatori possono catturare un sacco di meteore luminose nel cielo grazie anche al fatto che la Luna, essendo nel nuovo ciclo, non ostacolerà la visione delle stelle cadenti.