SQUALO KILLER ATTACCA SURFISTA – è accaduto in California, un surfista è stato ucciso da uno squalo martedì, a largo di una spiaggia nei pressi della base militare della Vandenberg Air Force.

Le autorità di Santa Barbara hanno identificato la vittima come Francisco Javier solorio Jr., 39 anni, di Orcutt. Il ragazzo è stato azzannato nella parte superiore del busto a largo della costa di Surf Beach a Lompoc. La vittima era in compagnia di un amico che stava navigando nelle vicinanze e che ha assistito all’incidente.

L’amico della vittima si è tuffato e ha raggiunto a nuoto l’amico issandolo in barca e tentando di prestargli i primi soccorsi. Purtroppo per il surfista non c’è stato nulla da fare, le ferite inferte dallo squalo sono state letali.

L’Air Force ha dichiarato che la vittima non era legata alla base militare, che permette l’accesso del pubblico ad alcune delle sue spiagge.

Attacchi di squali, se ne verificano una media di 65 ogni anno, in diverse parti del mondo. Le ferite sono mortali in uno o due casi l’anno.

Ad ottobre del 2010, nella stessa zona, perse la vita a causa dell’attacco di uno squalo un ragazzo di 19 anni. Si trattava dell’ultimo caso mortale registrato nell’area.

Voci ufficiali, tra cui quella del tenente Erik Raney, affermano che recentemente si sono verificati numerosi avvistamenti di squali lungo la costa di Santa Barbara, e gli avvistamenti sono stati segnalati e pubblicizzati abbastanza da poter evitare imprudenze da parte di bagnanti e surfisti.