Sonda spaziale Hope, primo veicolo spaziale degli Emirati Arabi Uniti diretto su Marte.

Mercoledì 15 luglio viene lanciato il primo veicolo spaziale degli Emirati Arabi Uniti verso il pianeta Marte, progettato per trascorrere un anno marziano (o circa due anni terrestri), studiando la sottile atmosfera del Pianeta Rosso.

Il team della missione spera che i risultati dei veicoli spaziali insegnino agli scienziati qualcosa di nuovo sull’atmosfera presente e passata di Marte, e forse aiuti anche gli esseri umani a impedire che l’atmosfera del nostro pianeta diventi gemella.

Ma la missione spaziale è anche un passo ambizioso per un paese che non ha ancora 50 anni e che è entrato per la prima volta nello spazio nel 2009.

Il lancio è previsto per il Tanegashima Space Center in Giappone il 15 luglio alle 5:51 (ora locale).

Sonda spaziale Hope, primo veicolo spaziale degli Emirati Arabi Uniti diretto su Marte.

Gli Emirati Arabi Uniti (EAU) hanno iniziato a escogitare l’idea di inviare ina sonda in orbita su Marte nel 2014. E avevano una scadenza: arrivo su Marte prima del dicembre 2021, il 50° anniversario della nazione. A causa della delicata meccanica orbitale di raggiungere il nostro pianeta vicino, ciò significava decollare nel mezzo di quest’anno e se la navicella spaziale perde la finestra, dovrebbe attendere 26 mesi per riprovare.

La sonda spaziale Hope fornirà un quadro completo dell’atmosfera marziana, fornirà informazioni sulle dinamiche climatiche e sulla mappa meteorologica globale e spiegherà come il clima è cambiato con la fuga di idrogeno e ossigeno.