Prezzi presto al ribasso, con l’inizio dei saldi estivi nei primi giorni di luglio, ecco le date dei saldi per gli acquisti dell’estate 2012: scarpe, borse, costumi e un po’ tutti gli articoli di abbigliamento. Una possibilità in più per chi va in vacanza ad estate inoltrata, da sfruttare con giudizio, senza lasciarsi prendere la mano nell’acquistare a prezzi magari solo apparentemente vantaggiosi… cose inutili!

L’inizio ufficiale dei saldi estivi, quest’anno, anche a causa della crisi economica, è anticipato dalle occasioni di sconti e promozioni nella regione Lombardia e in Piemonte, dove le vendite a prezzi ridotti sono permesse anche nei 30 giorni precedenti ai saldi ufficiali. A Milano e dintorni, quindi, i negozi offrono sconti con un mese di anticipo sulla data fissata per i saldi al 7 luglio, portando la data di inizio delle offerte al 9 giugno; anche se le grandi firme della moda si astengono dall’aderire all’iniziativa riservando i prezzi speciali alla data ufficiale dell’inizio dei saldi.

I saldi estivi avranno inizio il 7 luglio in quasi tutte le regioni italiane, fatta eccezione per la Basilicata, il Friuli venezia Giulia e il Molise, dove pare che prenderanno il via il 2 luglio.

Con partenza il 7 luglio per la maggior parte delle regioni italiane, la durata del periodo dei saldi estivi in Italia varia comunque da regione a regione: solo per alcune regioni è possibile reperire dati certi sulla fine dei saldi, per le altre abbiamo cercato di riassumere le notizie in circolazione sul web.

Per il Friuli Venezia Giulia, come per la Liguria fine periodo saldi estivi previsto per il 20 agosto.

Abruzzo, Calabria, Piemonte, dovrebbero rispettare quanto annunciato per il Veneto, terminando il periodo dei saldi il 31 agosto.

Per le Marche si parla del 1° settembre come data di fine dei saldi.

A Roma e in tutto il Lazio, ma anche in Sardegna inizio settembre, con data ancora da definire. Lo stesso vale per Toscana, Umbria e Trentino Alto Adige.

La Basilicata, come la Lombardia, dovrebbero osservare la stessa scadenza dell’Emilia Romagna, il 4 settembre.

In Molise, Puglia, Sicilia, saldi fino al 15 settembre.

La città di Napoli e tutta la regione Campania protrarranno i saldi fino al 29 settembre.

Valle d’Aosta, il 30 settembre, come riportato da ASCOM.

Oltre alle informazioni su inizio e date dei saldi estivi in Italia, ecco alcuni consigli, che anche le associazioni dei consumatori non si stancano di ripetere ogni anno.

I capi di abbigliamento da scegliere: ovviamente e prevalentemente i pezzi più classici, e magari, approfittando del prezzo ridotto, qualche piccola follia da non rimpiangere se la si indosserà solo una stagione.

È buona regola provare i capi che desiderate acquistare, spesso i negozianti non accettano di cambiare gli articoli venduti a saldo, anche se, ricordate, in caso di difetti è obbligatoria per legge la sostituzione dell’articolo.

Controllare sul cartellino l’effettiva entità dello sconto, il prezzo pieno di vendita e quello scontato debbono essere ben visibili sulla merce in saldo. Consigliabile anche fare una puntatina di ricognizione sui capi che si vorrebbero acquistare, prima che questi vengano messi in saldo: annotare il prezzo indicato eviterà di credere ad eventuali ribassi falsati.

I metodi di pagamento accettati durante l’anno devono essere validi anche durante i saldi, se il negozio accetta normalmente carte di credito, assegni o bancomat, li deve accettare anche durante i saldi estivi.

Regione per regione, esistono regole e leggi che determinano le date, la durata e le modalità dei saldi estivi ed invernali. Per alcune città e regioni è possibile restare aggiornati consultando i siti ufficiali relativi.