Tragedia nella regione sud della Russia in piena stagione turistica. Nella regione del Krasnodar più di 50 persone sono morte a causa delle inondazioni causate da piogge torrenziali che hanno colpito la zona.

Le città più colpite sono Krimsk, Novorossiisk e Gelendzhik, località termali della costa russa nel Mar Nero. Le tre città sono state inondate da forti e prolungate piogge. Le vittime nella città di Krimsk supera, secondo alcuni dati recenti, il numero di trenta persone.

A Gelendzhik diverse persone sono rimaste folgorate quando un cavo è caduto sulla strada che stavano attraversando mentre pioveva.

Nelle città di Gelendzhik e Novorossiysk, sede di alcune delle località balneari più popolari della Russia nel Mar Nero, è stato dichiarato lo stato di emergenza.

Più di 20 mila persone sono rimaste senza elettricità, la cui fornitura è stata sospesa per motivi di sicurezza. E’ stata interrota anche la circolazione in un tratto della ferrovia e dell’autostrada Krasnodar-Novorossiisk all’altezza del chilometro 116.