Incidente di laboratorio russo che immagazzina i virus più mortali.

Un’esplosione ha causato l’incendio in una struttura di ricerca biologica in Russia, uno dei due centri del mondo in cui è noto che ci sono campioni di virus del vaiolo.

Il 16 settembre, si è verificata un’esplosione di gas a Vector, il Centro statale per la ricerca virologica e biotecnologica nella città scientifica di Koltsovo, a circa 20 km da Novosibirsk, la terza città più popolosa della Russia.

Secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa di proprietà russa TASS, l’incidente ha bruciato solo un’area di circa 30 metri quadrati e ferito una persona, che è stata ricoverata in ospedale. Il sospetto dell’esplosione di gas si è verificato al quinto livello dell’edificio in cemento a sei piani durante le riparazioni programmate.

L’esplosione non è stata collegata a sforzi scientifici.

L’incidente è avvenuto in un’area sanitaria e di disinfezione in fase di ristrutturazione. Il sindaco della città scientifica, Nikolai Krasnikov, ha detto ai giornalisti che la posizione dell’incendio non era in uso attivo e che non erano presenti materiali a rischio biologico.

Al momento, è in corso un’indagine federale per determinare se vi è stata una violazione dei requisiti di sicurezza sul lavoro che potrebbe aver causato l’incidente.

Nikolai Krasnikov ha ribadito che il materiale a rischio biologico non veniva immagazzinato nel luogo dell’esplosione e che non vi è alcuna minaccia per la popolazione. Ha aggiunto che il lavoratore ferito ha subito ustioni ed è in terapia intensiva.

Vector, una delle principali strutture di ricerca nel suo campo, è un grande centro in diversi edifici con oltre 1600 membri della ricerca che lavorano a numerosi progetti di bioinvestigazione che coinvolgono molto più di alcune fiale di vaiolo.

Le possibilità che l’esplosione in qualche modo potesse scatenare un parassita nel mondo sembrano estremamente piccole. Per non parlare del fatto che se una fiala pericolosa si aprisse in un incendio, i microbi brucerebbero.

Da parte sua, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha consentito agli scienziati di Vector di trattenere il vaiolo perché in realtà hanno un livello di biosicurezza 4 (che è il livello più alto esistente). La collaborazione con l’OMS comporta una serie di standard e ispezioni semestrali.

L’installazione in Russia, creata nel 1974, è uno dei due luoghi in cui si trova il virus del vaiolo, noto anche come la mortale malattia infettiva del vaiolo. L’altra sede è il Centers for Disease Control and Prevention (CDC) di Atlanta, in Georgia.