GANGNAM STYLE E PRECARIETÀ, flash mob da record in piazza del Popolo (video) e manifestazione. 30 mila di qua e 30 mila di là. Polemiche, inevitabili, in mezzo. I video postati su YouTube, la pagina Facebook dedicata al raduno in piazza del Popolo sono pieni di commenti critici, che si possono riassumere in due frasi chiave: “perché non ci si muove per difendere i propri diritti” e “nella vita bisogna anche divertirsi”.

La verità è, probabilmente, che tra critiche e polemiche rimbalzate anche sui media tradizionali, vince una visione più distaccata di questa realtà

italiana in cui tutte e due le posizioni hanno un loro valore.

Il senso della maggior parte dei messaggi pro-GanGnam Style è che 4 minuti di “danza del cavallo” e musica non escludono l’impegno a far andare meglio questa Italia. Chi era alla manifestazione contro la precarietà della scuola, gli anti-GanGnam Style, accusa di essere “pecore” e “generazione iPhone” i ragazzi che hanno ballato a piazza del Popolo.

L’Italia è anche questo, ai sociologi e ai posteri l’analisi dei fatti.