ROBERTA RAGUSA, VIVA E CON UN UOMO – Ecco cosa dice di aver visto un nuovo testimone del caso. Un cuoco di origini italiane, Pasquale Davi, avrebbe incontrato Roberta Ragusa a Cannes, in Francia, in data 17 maggio 2012. Ne ha parlato agli inquirenti, e in TV, in un’intervista alla trasmissione Mediaset Pomeriggio Cinque e a Linea Gialla, il programma di La7 condotto da Salvo Sottile, nella puntata del 19 novembre.

La scomparsa di Roberta Ragusa, avvenuta nella notte tra il 13 e il 14 gennaio del 2012, potrebbe essere stata quindi un allontanamento volontario; una possibilità sostenuta dagli avvocati incaricati della difesa di Antonio Logli, marito di Roberta Ragusa.

Antonio Logli è indagato per omicidio volontario e occultamento di cadavere. Altri indagati nella vicenda: suo padre Valdemaro per concorso negli stessi reati e l’attuale compagna di Logli, Sara Calzolaio, l’amante di Antonio Logli al tempo in cui l’imprenditrice pisana svanì dalla sua abitazione di Gello di San Giuliano Terme (Pisa), apparentemente abbandonando i suoi due figli ancora minorenni e senza lasciare

tracce.

Altri testimoni, tra i moltissimi le cui dichiarazioni sono al vaglio, hanno detto di aver visto Roberta Ragusa dopo la scomparsa: due dipendenti di una paninoteca riferirono agli inquirenti di credere di averla vista proprio la sera in cui sparì.
Il nuovo testimone però si dice certo di averla riconosciuta e ha fornito già molti dettagli sulla presunto incontro con Roberta Ragusa: tra questi le caratteristiche dell’uomo che l’accompagnava, l’anello che portava al dito, dettagli sulla dinamica dell’incontro che supporterebbero la tesi che Roberta Ragusa è viva, o almeno lo fosse il giorno che incontrò il cuoco italiano a Cannes.