Robbie Williams, paura degli Alieni e le guardie del corpo.

Robbie Williams rivela che la sua paura di esseri provenienti da altri pianeti (alieni) era tale da ingaggiare guardie del corpo 24 ore al giorno per vegliare su di lui, dopo una strana esperienza con un disco volante.

Il musicista britannico ha fatto queste confessioni intime nel podcast condotto da Jo Wood “Alien Nation“:

“Il motivo per cui ho assunto la sorveglianza 24 ore su 24, non era quello di prendermi cura della mia integrità fisica.

La verità è che avevo paura di quello che accadeva intorno a me quando ero da solo. Sono sempre stato terrorizzato dall’idea che gli extraterrestri cercassero di contattarmi perché ciò confermerebbe la loro esistenza”.

Robbie Williams teme anche che tutto sia il prodotto della sua mente:

“Se alla fine si scopre che tutto era la mia immaginazione, sarebbe anche peggio, perché poi sarebbe venuto fuori che tutto era nella mia testa. E se mi vedessi parlare ad alta voce, mi sentirei più spaventato di quanto lo fossi già”.

Robbie Williams non spiega se l’esperienza che ha avuto con quella nave aliena sia reale o meno, ma ha voluto condividerla con gli altri: “Potrebbe avere una malattia mentale. Non lo so, non credo, ma ho sentito l’obbligo di condividere la mia storia con gli scettici”.