Ricerca auto green a bassa emissione, è boom in Italia di vetture ibride e elettriche

Una scossa al mondo automobilistico. Le ricerche di vetture elettriche e ibride su AutoScout24, il più grande sito di annunci auto in Europa con più di 2,5 milioni di veicoli online, nel 2016 hanno registrato un balzo del 57,13%. Dopo un avvio di anno in sordina, il 2016 si è tinto di verde e il trend sembra continuare anche nel 2017, in attesa dei dati ufficiali del primo trimestre. Il numero di annunci in piattaforma di questo tipo di auto oggi ha raggiunto quasi 3mila unità, valore in costante aumento.

Il tutto a pochi giorni dall’apertura del Salone di Ginevra che si terrà nella città svizzera dal 9 al 19 marzo. E saranno proprio le vetture ibride ed elettriche sotto i riflettori in un momento in cui il mercato, anche quello italiano, sembra stia lentamente iniziando ad apprezzare questo tipo di veicoli. “Il calo progressivo del costo delle batterie e l’aumento dell’autonomia sono fattori di rilancio della guida a bassa emissione – dichiara Tommaso Menegazzo, marketing manager di AutoScout24 Italia -. L’auto elettrica sta diventando inoltre, a livello aspirazionale, un segno distintivo per i Millennials, più attenti ai temi della sostenibilità rispetto alle generazioni precedenti”.

Sul fronte dei modelli la supremazia giapponese è incontrastata. La prima della classe risulta la Toyota Auris in cima alla nostra classifica da due anni. Segue un’altra vettura di casa Toyota, la Yaris, terza la Lexus CT 200h, marchio di lusso della casa delle tre ellissi, quarta la sorella Lexus Nx. Per trovare un’elettrica o ibrida non giapponese bisogna scorrere la classifica e arrivare alla sesta posizione con la piccola Renault Twizy che precede un mito delle ibride, la Toyota Prius. Ottava la lussuosa elettrica americana Tesla Model S. Nona si piazza la Toyota Rav 4 e ultima la super-sportiva Bmw i8, la prima Gt ibrida plug-in.

L’andamento positivo delle ricerche di queste vetture rispecchia quasi fedelmente quello registrato dall’Acea, l’Associazione dei produttori europei di automobili, che ha sottolineato come nel nostro Paese le vendite di veicoli elettrici siano aumentate del 41,1% nel 2016 mentre quelle dei veicoli ibridi del 41,3%.

Un mercato in forte crescita quindi, tanto che le principali case non hanno rinunciato a sfruttare il palcoscenico di Ginevra per presentare i loro nuovi modelli a bassa emissione inquinante. La Porsche, per esempio, lancia la Panamera Turbo S E-Hybrid, che monta un V8 da 550 cv e un propulsore elettrico da 136 cv. La Bmw presenta un restyiling della i8. Lexus lancia la sfida a Mercedes e Bmw ibride con la Ls500h.

Auto elettrica QUANT 48VOLT

Ma gli occhi sono puntati, ovviamente, sulle vetture totalmente elettriche come la QUANT 48VOLT che monta celle a flusso capaci di sviluppare una potenza di 760 kW. Un “cuore” che le consente di coprire lo 0-100 in 2.4 secondi e di toccare i 300 km/h. Ma quel che più conta è che la vettura è accreditata di un’autonomia di oltre 1000 km. Opel presenta la Insignia elettrica mentre Peugeot il concept Instict. Anche Range Rover “esplora” il terreno del tutto elettrico con la Velar.

L’AGPI di febbraio. Tornando all’usato è stato pubblicato l’indice che misura il costo medio di tutte le inserzioni presenti (oltre 415mila) su AutoScout24 che a febbraio torna ad aumentare dopo la battuta d’arresto di gennaio: si sono toccati i 14.596 euro contro i 14.528 di un mese prima con un incremento dello 0,5%. Per quanto riguarda i modelli più ricercati la Volkswagen Golf rimane in testa; dietro la Bmw Serie 3. L’Audi A3 scalza la Panda dalla terza posizione. Quinta l’Audi A4. Slitta alla decima posizione la Fiat 500 che comunque si conferma da mesi nella top ten.