Record triste in India: quasi 350 mila nuovi casi di Coronavirus in 24 ore

L’India ha segnalato questa domenica circa 350mila nuovi casi di coronavirus in 24 ore, un triste record, quindi le autorità hanno deciso di prolungare per una settimana il confino nella capitale Nuova Delhi. Il capo del governo della capitale, Arvind Kejriwal, in una dichiarazione video: “Abbiamo deciso di prolungare il lockdown di una settimana … Continuano le devastazioni del coronavirus e non c’è tregua. Tutti accettano di estendere la quarantena”.

L’India, con 1,3 miliardi di abitanti, è nel caos, travolta da un’ondata molto aggressiva di Covid-19 perché sospinta da una nuova variante. La capitale, con 20 milioni di abitanti, è la città più colpita dall’epidemia.

La sua quarantena di una settimana è iniziata lunedì scorso per cercare di alleviare la pressione sugli ospedali, di fronte a una grave mancanza di ossigeno. La crisi ha riportato ancora una volta alla luce il deterioramento del sistema sanitario indiano, mentre aumenta la rabbia di chi accusa il governo federale di mancanza di preparazione di fronte a questa ondata epidemica. Negli ultimi sette giorni, l’India ha registrato più di due milioni di nuovi casi, con un aumento del 58% rispetto alla settimana precedente.

Ormai al quarto giorno consecutivo che infrange i suoi stessi record di morti e contagi, è ormai prossima a raggiungere i 17 milioni di casi, ha superato i 190mila morti e ha ormai i dati peggiori di propagazione del virus: oltre 349mila nuovi casi nelle ultime 24 ore e altri 2767 decessi, ma si teme che le cifre reali siano ben più alti. E adesso è corsa agli aiuti di un Paese, che ha una drammatica penuria di ossigeno e farmaci, con gli ospedali e le strutture sanitarie allo stremo.