Rari Fulmini Blu dalla Terra verso l'esterno dell'Atmosfera [VIDEO YouTube]

Rilevano dallo spazio l’origine di rari lampi blu nell’atmosfera terrestre. L’insolito fenomeno dei raggi elettrici che si propagano verso l’alto è stato fotografato più volte dall’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

I geofisici ora sanno esattamente quali sono i processi fisici alla base di un raro fenomeno atmosferico chiamato blue jet lightning. Le telecamere e i fotometri (dispositivi di rilevamento della luce) installati sulla Stazione Spaziale Internazionale li hanno aiutati in questo.

Questo tipo di fulmine diretto verso l’alto dalle nuvole è raramente visto dalla Terra, ma gli equipaggi orbitali li hanno fotografati più volte fino a quando nel febbraio 2019 almeno cinque scariche sono state documentate in modo molto dettagliato durante una tempesta sull’Oceano Pacifico vicino all’isola di Nauru.

Mentre un normale fulmine colpisce una miscela di gas nell’atmosfera inferiore e si illumina di bianco, i getti blu attirano la luce principalmente dall’azoto stratosferico, conferendogli quella caratteristica tonalità blu. Le colonne luminose si innalzano nella stratosfera in meno di un secondo.

“Tutto inizia con quella che io considero un’esplosione blu”, dice il fisico dell’atmosfera Torsten Neubert, della Technical University of Denmark, che ha studiato i lampi del Pacifico ed è il primo autore dell’articolo scientifico su questo evento atmosferico. Un tipo speciale di scarica elettrica a corto raggio all’interno della nube temporalesca funge da scintilla, secondo il ricercatore.

Getti di luce blu brillante sono esplosi a circa 10 miglia sul livello del mare, vicino alla sommità della nuvola, e hanno impiegato 10 microsecondi per salire a 52 miglia sul livello del mare. “La rottura forma una canna che diventa serpentina quando si propaga verso l’alto”, così il team di Neubert ha descritto l’effetto visivo che questo tipo di scarica istantanea lascia.

Inoltre, gli scienziati hanno visto prove che queste scariche ad alta energia coincidevano con brevi impulsi nel campo elettrico registrati dalle antenne di terra. Raffiche simultanee di onde radio ad alta e altissima frequenza, da 3 a 300 megahertz, potrebbero interferire con la comunicazione radio sulla Terra.

La NASA ha riconosciuto il fenomeno dei blue jet per la prima volta tra il 1994 e il 1995. Nell’agosto 2016 un’affascinante colonna di scarica elettrica è esplosa da una nuvola verso l’alto davanti a più testimoni in Cina, durante i preparativi per osservare e registrare una pioggia di meteoriti.