Profezia Coronavirus di un monaco buddhista 100 anni fa.

Dopo il libro dello scrittore statunitense Dean Koontz “The eyes of darkness” e il caso profetico scritto nella Bibbia, è arrivato anche quello di un monaco buddhista che ha previsto, 100 anni fa, pandemia e inondazioni nell’anno 2020.

Il testo che descrive tali visioni viene consegnato dai cittadini cinesi, principalmente cittadini che vivono all’estero, poiché questo tipo di profezie è proibito dal regime comunista. Molte élite cinesi sono convinte che le profezie di Zigong si stanno adempiendo, quindi sono alla ricerca di luoghi sicuri. Nell’antico testo del monaco buddista si legge:

“L’anno 2020: l’anno in cui la Cina piangerà. I presagi saranno così gravi che il nuovo anno non sarà celebrato. Quindi verrà la peste. Verrà con furia: tigri e lupi si nasconderanno tra le montagne”.

“La peste coprirà tutta la terra e alla fine si diffonderà in tutto il mondo. Molto presto il riso diventerà così costoso che nessuno potrà mangiarlo”.

“Quindi i fiumi affonderanno tutte le barche. Le persone in quell’anno potranno raccogliere il riso solo all’inizio della primavera. Non ci sarà raccolto di riso, fagioli, grano e avena alla fine della stagione a causa delle vaste nuvole di locuste che devasteranno l’intera campagna”.

“Io, Cavaliere Zigong, assicuro ai cinesi nel 2020 che le aragoste cadranno dal cielo e che la distruzione sarà completa. Fumo e fuoco riempiranno i campi, ma nulla può fermare gli sciami”.

“Una volta che le aragoste hanno distrutto la terra e il fumo continuerà a elevarsi dal terreno, i fiumi inonderanno i campi. Io, Cavaliere Zigong, dirò ai cinesi nel 2020 come sopravvivere. Resta molto vicino alle tue famiglie e ai tuoi vicini”.

“È meglio aver immagazzinato molto oro e cibo per vivere e condividere liberamente con i tuoi cari. Non tollerare i ladri tra le persone. Sii unitario e non divisivo. Se riesci a fare tutte queste cose, sopravvivrai”.

Gli esperti del settore sono davvero sorpresi da questa profezia, e non solo hanno predetto il nuovo coronavirus, ma anche la piaga biblica della locusta in Africa. Come tutti sappiamo molto bene: la peste è già arrivata in Cina e con la peste inizia l’invasione delle locuste, quindi la profezia di questo maestro si è avverata e, pertanto, deve essere presa in considerazione.

Ora, se la profezia continua ad essere adempiuta, allora ciò che accadrà dopo saranno le eruzioni vulcaniche e i terremoti (fumo e fuoco sotto terra), per lasciare il posto al “Grande Diluvio”. La verità è che il “virus Wuhan” ha portato con sé tutti i tipi di profezie e teorie della cospirazione, compresi quelli che credono che sia un’arma biologica o semplicemente che i virus non esistano e che tutto sia parte di un’agenda oscura basata sul provocare terrore della popolazione.

Ognuno è libero di pensare ciò che vuole, purché non costringa gli altri ad accettare tali credenze, ma ciò che è chiaro è che qualcosa sta arrivando, e non è buono. Possiamo solo sederci e aspettare che l’élite mondiale decida sul nostro futuro. Pensi che la profezia del monaco buddista si sta adempiendo? Vieni a commentare l’articolo sulla nostra pagina Spazio UFO in Facebook.