Premio Nobel della Medicina 2014 per il "GPS umano" nel cervello

Il premio Nobel della Medicina 2014 e’ stato assegnato ai ricercatori del “GPS Umano”. Il neurobiologo britannico John O’Keefee di 75 anni (neuroscienziato e professore presso l’Istituto di Neuroscienze Cognitive e attuale direttore del Sainsbury) ed i suoi colleghi norvegesi, la coppia May e Britt Moser entrambi di 51 anni, e Edvard Moser di 53 anni, sono stati premiati tutti assieme con

l’ambito Premio Nobel della Medicina 2014 per la scoperta avvenuta per la prima volta nel 2005, delle cellule che costituiscono il sistema di posizionamento nel cervello, il cosiddetto “GPS Umano“.

May-Britt e Edvard Moser sono la quinta coppia sposata che ha ricevuto insieme il premio nella storia di questo riconoscimento importante nel mondo. Le loro scoperte, fa sapere l’Assemblea dei Nobel del Karolinska Institute, hanno contribuito a spiegare come il cervello crea “una mappa dello spazio che ci circonda e come possiamo muoverci in un ambiente complesso. Un risultato che, ricorda l’Assemblea del Nobel, ha contribuito a risolvere un “problema che ha tenuto occupati per secoli filosofi e scienziati”.