Pianeti morti inviano misteriosi Segnali Zombi sulla Terra.

Secondo una nuova ricerca pubblicata sulla rivista “Monthly Notices of the Royal Astronomical Society” (Avvisi mensili della Royal Astronomical Society – MNRAS), i pianeti morti potrebbero inviare segnali attraverso lo spazio e li stiamo ricevendo sulla Terra.

Gli scienziati ora si aspettano di ascoltarli, sperando di trovare i nuclei dei pianeti e imparare di più sull’universo. I ricercatori hanno esaminato i pianeti che orbitano attorno alle stelle che li hanno distrutti. I nuclei rimanenti potevano essere visti in tutto l’universo e rimanere abbastanza a lungo per essere rilevati dalla Terra.

La tecnica utilizzata per osservare il pianeta si basa su una simile a quella utilizzata dai ricercatori per trovare il primo esopianeta confermato. Per rilevarlo, gli scienziati hanno rilevato le onde radio lanciate dalla loro stella e sperano che ora possano vedere le nane bianche osservando simili esplosioni di energia.

Una nana bianca e il suo nucleo planetario messi insieme possono creare un circuito. Aiuta ad amplificare il segnale e farlo esplodere nello spazio, il che significa che potrebbe essere raccolto dai radiotelescopi sulla Terra. Gli scienziati devono indagare di più per fare di più per sapere per quanto tempo i nuclei possono vivere dopo che il loro strato esterno è stato strappato e se continuerebbero a trasmettere attraverso lo spazio.

Pianeti morti inviano misteriosi Segnali Zombi sulla Terra ... Civiltà Aliene?

Hanno scoperto che questi nuclei possono sopravvivere fino a un miliardo di anni, il che significa che i messaggi potrebbero durare abbastanza a lungo per essere rilevati dalla Terra. I ricercatori ora si aspettano di convertire gli osservatori per rilevare i messaggi.

“C’è un punto ottimale per rilevare questi nuclei planetari: un nucleo troppo vicino al nano bianco sarebbe distrutto dalle forze di marea e un nucleo troppo lontano non sarebbe rilevabile”, ha detto il dott Dimitri Veras, autore principale dello studio e professore dalla Warwick University.

“Inoltre, se il campo magnetico è troppo forte, spingerebbe il nucleo verso la nana bianca, distruggendolo. Pertanto, dovremmo cercare solo pianeti attorno a quelle nane bianche con campi magnetici più deboli in una separazione tra circa 3 raggi solari di distanza”.

“Nessuno ha mai trovato il nucleo nudo di un pianeta importante, né un pianeta importante semplicemente monitorando le firme magnetiche, né un pianeta importante attorno a una nana bianca. Pertanto, una tale scoperta rappresenterebbe le “primizie” in tre sensi diversi per i sistemi planetari”.

Pianeti morti inviano misteriosi Segnali Zombi sulla Terra ... Messaggi ET?

Gli scienziati ritengono che la ricerca potrebbe aiutare a rivelare il futuro del nostro sistema solare. “Useremo i risultati di questo lavoro come linee guida per i progetti di ricerca radio per i nuclei planetari attorno a nane bianche”, ha dichiarato l’astronomo Aleksander Wolszczan della Pennsylvania State University.

“Considerate le prove esistenti della presenza di detriti planetari intorno a molti di essi, riteniamo che le nostre possibilità di scoperte entusiasmanti siano piuttosto buone”.

Veras ha aggiunto che una tale scoperta aiuterebbe anche a rivelare la storia di questi sistemi stellari, perché un nucleo avrebbe raggiunto quel livello, a un certo punto sarebbe stato spogliato violentemente della sua atmosfera e del mantello e poi gettato nel nana bianca

Ma la parte negativa è che la scoperta potrebbe offrirci un progresso sulla futura scomparsa del nostro pianeta, dal momento che potrebbe anche diventare nient’altro che un nucleo morto in pochi miliardi di anni se il nostro sistema solare si evolve in modo simile.

Anche se ci sono anche quelli che credono che questi misteriosi segni di pianeti zombi siano avvertimenti delle civiltà extraterrestri che li abitavano, nel disperato tentativo di non commettere gli stessi errori a tutti quelli che li ascoltano.