POLEMICHE PER IL NOBEL A PETER HIGGS – Il Bosone di Higgs ha “fruttato” un Nobel per la Fisica a Peter Higgs nel 2013. Ma ora è proprio lo stesso Peter Higgs ad affermare che il suo collega britannico, il fisico Tom Kibble avrebbe dovuto ottenere una quota del suo Premio Nobel.

Peter Higgs è considerato il padre della teoria della particella elementare chiamata anche  “particella di Dio” che ha condiviso il premio con il belga Francois Englert. Ma sostiene che il Comitato del Nobel doveva tener conto di un terzo scienziato in sede di aggiudicazione del premio, non solo premiare il lavoro indipendente di Higgs e Englert, che pure ha portato alla scoperta del Bosone al Cern di Ginevra lo scorso anno. Tom Kibble faceva parte di un terzo gruppo di lavoro sulla teoria, e avrebbe dovuto avere una quota del premio.

Prof Higgs ha definito espicitamente una “vergogna” il fatto che Kibble, il cui lavoro svolto con due colleghi americani è stato pubblicato pochi mesi dopo quelli di Higgs e Englert, non sia stato premiato.

Higgs e Englert sono stati premiati perché sono stati i primi due a pubblicare i loro lavori nel 1964, insieme al collega Robert Brout, la cui morte nel 2011 lo ha reso ineleggibile per il Nobel.
Inoltre, solo la pubblicazione di Higgs cita esplicitamente la probabile esistenza di un nuovo bosone.

Tom Kibble, nel frattempo, aveva lavorato come parte di una terza squadra con Carl Hagen e Gerald Guralnik, che pubblicarono i risultati del loro lavoro pochi mesi più tardi.

La giustificazione lampante alla scelta della Commissione che assegna il Nobel è che secondo le norme del Comitato solo tre persone possono condividere un premio Nobel; sarebbe stato impossibile per Kibble, Hagen e Guralnik essere nominati oltre a Higgs e Englert.

Ma Higgs insiste sul fatto che Kibble ha continuato a svolgere un lavoro indipendente ulteriormente prezioso, in particolare un documento chiave che scrisse nel 1967, e che perciò avrebbe meritato di essere selezionato tra i suoi colleghi.

In occasione dell’inaugurazione della nuova mostra sulla fisica delle particelle presso il Museo delle Scienze di Londra, il prof Higgs ha detto: “Non molte persone sono consapevoli del fatto che nel 1964 ci sono stati un totale di sei persone che hanno pubblicato articoli su questa teoria“.