CIGNI – New York ha dichiarato guerra ai cigni, in prossimità della festa degli innamorati, sollevando le critiche degli animalisti e il disappunto dei romantici. Il cigno, simbolo esoterico di amore sincero, fedeltà per il partner, oltre che di innocenza, purezza, forza e coraggio, pare però che tenda ad attaccare le persone e distruggere la vegetazione e l’habitat naturale delle specie animali locali.

La notizia è apparsa sul New York Times proprio in questi giorni, in prossimità della ricorrenza di San Valentino, destando perciò ancora più scalpore, essendo la maggior parte dei newyorkesi affezionati agli eleganti pennuti e alla loro immagine, legata ai sentimenti. Un selfie romantico con cigni sullo sfondo non è inusuale nel giorno degli innamorati.

I cigni però, secondo il dipartimento di difesa ambientale di New York, rappresentano una minaccia per il volo degli aerei di linea e un pericolo per la salute perché le loro feci liberate continuamente nell’acqua contengono il batterio e-coli.

Il progetto anti-cigni prevede l’eliminazione dei 2200 cigni selvatici di New York entro il 2025, uccidendoli o permettendone l’esistenza solo in cattività.

I metodi di controllo comprenderanno la cattura dei cigni selvatici e l’eutanasia, in conformità con le linee guida stabilite per la fauna selvatica“, recita il testo della proposta, aggiungendo l’eutanasia agli altri metodi già utilizzati in passato per evitare la diffusione eccessiva dei cigni: la distruzione dei nidi, la perforazione delle uova o il ricoprirle di grasso per evitare cova, in uso dal 1993 ma senza successo nella riduzione effettiva del numero di esaemplari totale.

Lo sterminio dei cigni newyorkesi sta suscitando ampie critiche, come anche la decisione del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti di abbattere le oche canadesi, considerate pericolose per gli aerei.