MONDO SALUTE – In Cina sono stati sacrificati oltre 5 mila cani. Il motivo? Le autorita’ cinesi vogliono cosi’ combattere il diffondersi della rabbia, una malattia infettiva che colpisce gli animali a sangue caldo e può essere trasmessa all’uomo (zoonosi).

Da Pechino l’incredibile notizia nella quale si apprende che sono stati abbattuti 5 mila cani per ordine del Governo, dopo la morte di tre persone per idrofobia. Secondo l’agenzia ufficiale Xinhua, l’amministrazione del capoluogo provinciale Baoshan (2,5 milioni di abitanti) ha fatto uccidere 4.900 cani e ne ha vaccinati altri 100 mila nel corso della sua campagna antirabbica.

Non e’ la prima volta che succede in Cina. Gia’ nel 2006 (all’epoca venne previsto un indennizzo di 60 centesimi di dollaro Usa per ogni cane) e poi nel 2009 vennero abbattuti 50 mila cani dopo un’epidemia di rabbia. La cosa che sta facendo indignare ancor di piu’ associazioni per la difesa degli animali e’ che i cani vengono uccisi a bastonate.

Cosa ne pensano i nostri lettori riguardo questa notizia?

Cina sacrifica 5 mila cani per combattere la rabbia
Orrore in Cina: Pechino sacrifica 5 mila cani per combattere la diffusione della rabbia