LO SCIOPERO DELLA FAME E DELLA SETE – Lo stato di salute del politico Marco Pannella è preoccupante e in peggioramento. I medici ritengono sempre più prossimo il rischio di conseguenze irreversibili e danni irreparabili per l’organismo del leader radicale.

Il bollettino medico delle ore 19:00, rilasciato dal professor Santini, presidente del collegio dei medici che ha sotto osservazione Pannella, parla chiaro: “Non abbiamo più tempo, dovrebbe sottoporsi subito a una terapia adeguata. Domattina l’insufficienza renale sarà consolidata“.


A preoccupare i medici l’innalzamento di creatinemia, azotemia e ematocrito.

Il motivo del digiuno totale, giunto ormai al compimento del settimo giorno di astinenza dal bere oltre che dal mangiare come atto di protesta, ha come obiettivo l’amnistia e il diritto di voto dei detenuti per l’82enne Marco Pannella. Politico e giornalista italiano che (come precisa Wikipedia) “si definisce radicale, socialista, liberale, federalista europeo, anticlericale, antiproibizionista, antimilitarista, nonviolento e gandhiano”.