Pad Thai, il piatto di cucina thailandese inventato da un dittatore nel Doodle Google di Oggi

Google celebra il famoso piatto di cucina Pad Thai con un doodle a immagini nella sua home page. Il Pad Thai è il piatto per eccellenza della cucina thailandese. La traduzione del suo nome significa “saltato thailandese”. Un piatto conosciuto in tutto il mondo, anche se la sua ricetta è abbastanza recente. Non ha compiuto nemmeno il suo 100esimo compleanno.

Chi ha inventato il piatto di cucina Pad Thai

Per la sua recente invenzione non possiamo ancora definirlo come “piatto tradizionale” anche se si è diffuso molto velocemente a livello mondiale. Il Pad Thai è stato creato nella metà del 20° secondo, nell’epoca della dittatura di Plaek Pibulsonggram, conosciuto come Phibun, e che ha comandato in Thailandia durante due periodi: dal 1938 al 1944 e dal 1948 al 1957. Il suo obiettivo era far conoscere la cultura thailandese. Possiamo dire che c’è riuscito benissimo, visto che il piatto piace molto ai palati di tutto il mondo. Infatti, in questa stessa epoca, il paese aveva cambiato per la prima volta il suo nome: da Siam a Prathet Thai. Successivamente, nel 1949, ha cambiato nuovamente arrivando a chiamarsi come la conosciamo attualmente e cioè Thailandia.

All’epoca il paese non aveva un piatto nazionale. Il fatto ha coinciso con la terribile seconda guerra mondiale, che ha causato una severa crisi del riso, l’alimento basico nell’alimentazione dei thailandesi. Questo ha provocato la creazione delle tagliatelle di riso, economici e abbondanti. Da qui la ricetta che ha accompagnato Thailandia per tutto il mondo, facendo diventare il Pad Thai come il “piatto nazionale”.

Pad Thai, un piatto da mangiare tutto l’anno

Il Pad Thai è senza dubbio il piatto più conosciuto nella cucina thailandese assieme al “Som Tum Kung“. Si può mangiare sia di giorno che durante la sera. In Thailandia sono molto comuni i ristoranti e ambulanti che vendono Pad Thai, soprattutto da poter mangiare al volo per strada.

L’alimento principale del piatto sono le tagliatelle di riso, le verdure (germoglio di fagiolo e rapa fermentata), gamberetti, uova, arachidi tritati e polvere di peperoncino. Il livello di piccante è a gusto proprio. Contiene anche carne (pollo e/o vitello) e tofu. Può essere servito con un pezzo di limone, tra le altre cose.

La ricetta e i condimenti possono variare a seconda del ristorante in cui vi troviate. Ma il segreto del piatto, in tutte le sue versioni, continuerà ad essere la salsa di tamarindo, preparata a fuoco lento.

Come preparare il Pad Thai

Come detto il piatto può includere o escludere alcuni ingredienti. Di seguito una ricetta del Pad Thai che abbiamo incontrato in rete.

Ingredienti: 1 uovo, 50g tofu tagliato in dadi, 50g rapa fermentata in dado, 30g pollo tritato, 100-150g tagliatelle di riso, 3 unità di coda di gamberetti sbucciate, germogli di soia, limone, erba cipollina cinese, cile piccante in polvere, arachidi.

Ingredienti per la salsa Pad Thai: tamarindo, zucchero di canna.

Preparazione: Prima di tutto, saltare in padella, uovo, rapa fermentata, tofu e pollo, in un wok (una sorta di tegame usato nella cucina cinese, di forma semisferica fonda, originariamente senza alcuna parte di fondo in piano, generalmente forgiato in ferro o in ghisa). Successivamente, aggiungere gli spaghetti di riso, che avrete prima fatti assorbire in acqua a seconda del prodotto. Saltare in padello il tutto assieme per poco tempo e aggiungere i gamberetti sbucciati. Una volta raggiunto il punto ottimale di cottura, aggiungere la salsa Pad Thai e mescolare bene tutti gli ingredienti. Infine, aggiungere i germogli di fagioli e l’erba cipollina cinese, e tornare saltare in padella tutti gli ingredienti insieme.

Il piatto va servito con gli arachidi tritati, la polvere di peperoncino, un pezzo di limone e qualche germoglio di soia.

Pad Thai Doodle Google

Foto Pad Thai Doodle Google

Foto Pad Thai Doodle Google

Foto Pad Thai Doodle Google

Foto Pad Thai Doodle Google

Foto Pad Thai Doodle Google

Foto Pad Thai Doodle Google