SANTIAGO DEL CILE – Abbiamo i primi risultati degli esami del celebre poeta cileno Pablo Neruda, morto 40 anni fa e il cui corpo è stato riesumato nella casa-museo di Isla Negra il mese scorso per capire se è morto di cancro o ucciso dai sicari di Augusto Pinochet.

I primi test effettuati sui resti del poeta cileno Pablo Neruda (nato il 1904 e deceduto il 1973) hanno concluso che in effetti il poeta era affetto da un cancro alla prostata a uno stadio molto avanzato (in metastasi).

Per chiarire questi fatti, il corpo del premio nobel Pablo Neruda è stato riesumato l’8 aprile scorso, e la relazione, con gli esami radiologici ed istologici condotti dal Servizio Medico Forense del Cile, è stata consegnata alle autorità giudiziarie.

Gli accertamenti erano stati disposti dal partito comunista cileno che aveva sollevato alcuni dubbi su un ipotetico ruolo della polizia segreta di Pinochet nella morte di Pablo Neruda.