DALL’ORA SOLARE ALL’ORA LEGALE – L’alternanza ci spiazza sempre un po’, meglio prepararsi con in anticipo. Soprattutto, per evitare errori, ricordiamoci che tra sabato 30 e domenica 31, proprio in coincidenza della Pasqua, avverrà il passaggio dall’ora solare all’ora legale. Dormiremo un’ora di meno, e per la domenica dovremmo aver spostato le lancette dei nostri orologi. Già, perché l’ora legale è la convenzione di avanzare di un’ora le lancette dell’orologio durante il periodo primaverile e estivo, per sfruttare al meglio le ore di luce.

L’entrata in vigore dell’ora legale per l’Europa, e quindi per l’Italia, avverrà come sempre nell’ultimo fine settimana del mese di marzo. Quest’anno tra il Sabato Santo e la Domenica di Pasqua. Più importante che mai tenerlo a mente, per non perdere le cerimonie religiose, dal vivo nella propria parrocchia o in Piazza San Pietro, o almeno in TV.

La celebrazione della Santa Pasqua in Vaticano avverrà come al solito: con la Veglia Pasquale della Notte Santa il 30 marzo, Sabato Santo, presso la Basilica Vaticana, nella Cappella Papale, a partire dalle ore 20:30.

Alle ore 02:00 di domenica, le lancette andranno spostate in avanti alle ore 03:00, per essere puntuali all’appuntamento del 31 marzo, Domenica di Pasqua, dal vivo in Piazza San Pietro o con la diretta TV. Alle ore 10:15, la Santa Messa del Giorno, dalla Loggia centrale della Basilica Vaticana, e alle ore 12:00, Papa Francesco impartirà ai fedeli la BenedizioneUrbi et Orbi“.