Oliviero Toscani, offre una zuppa a Veronica Lario, Max per D'Alema e Simbolo per Berlusconi

Sono molto preoccupato per Veronica Laurio“, racconta Oliviero Toscani. “Come si fa adesso senza un milione e quattrocento mila euro?”. Ironizza così il fotografo e pubblicitario, mentre parla con Luca Telese e Oscar Giannino ai microfoni di 24mattino su Radio 24, riferendosi alla revoca dell’assegno di mantenimento per l’ex moglie di Silvio Berlusconi. Poi aggiunge: “Bisogna dire a Veronica Lario che un piatto di zuppa a casa mia tutte le sere c’è, se vuole”.

Oliviero Toscani e Massimo D’Alema

Non alludevo assolutamente a Massimo D’Alema… Io non penso mai a Massimo D’Alema se voglio essere felice! Non pensavo assolutamente a

lui!”, così il fotografo e pubblicitario Oliviero Toscani, intervistato da Luca Telese ed Oscar Giannino ai microfoni di 24 Mattino su Radio 24, torna sulla vicenda del simbolo “MAX” che proprio il fotografo aveva proposto “in regalo”. Lo precisa ai bersaniani, ricevendo, però, un rifiuto per il doppio senso troppo ingombrante.

Max è una bella parola per un partito politico al giorno d’oggi, visto che tutti sono al minimo”, insiste però Toscani, “e andiamo tutti a votare storcendo il naso, andiamo a votare tutti la mediocrità”.

Oliviero Toscani propone un simbolo per il partito di Silvio Berlusconi

Stuzzicato da Luca Telese, poi, Toscani si lancia e dice anche che a Silvio Berlusconi suggerirebbe come simbolo “un parrucchino, bellissimo, disegnato, mentre vola, magari riccio e biondo!”. “Sarebbe un gesto di grande ironia, la gente apprezzerebbe”, concorda Oscar Giannino. “Miscredenti: sui capelli non si scherza”, chiosa Telese.