Il Nuovo Ordine Mondiale secondo Biden: "dobbiamo guidarlo"

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha predetto questo lunedì che il mondo sperimenterà un cambiamento nell’ordine internazionale e ha affermato che Washington deve guidare il nuovo sistema: il Nuovo Ordine Mondiale.

“60 milioni di persone sono morte tra il 1900 e il 1946. E da allora, abbiamo stabilito un ordine mondiale liberale, e questo non accade da molto tempo. Molte persone sono morte, ma non c’è stato neanche lontanamente il caos”, ha detto il presidente durante un incontro con uomini d’affari a Washington.

“E ora è un momento in cui le cose stanno cambiando. Ci sarà un nuovo ordine mondiale e dobbiamo guidarlo. E dobbiamo unire il resto del mondo libero per farlo”, ha continuato Biden.

Sebbene il presidente non abbia esposto esplicitamente i problemi che devono affrontare l’attuale ordine mondiale, ha dedicato gran parte del suo discorso al conflitto tra Russia e Ucraina, affermando che Washington deve “fare tutto il necessario per sostenere l’Ucraina”. In questo contesto, ha sottolineato che “la NATO non è mai stata più forte o più unita in tutta la sua storia di quanto lo sia oggi, in gran parte grazie a Vladimir Putin“.

Inoltre, il presidente USA ha citato il gruppo Quadrilateral Security Dialogue (Quad), composto da Usa, Giappone, India e Australia e più volte criticato da Pechino come strumento anti-cinese nel Pacifico.

“Il Giappone è stato estremamente forte, così come l’Australia, nell’affrontare l’aggressione di Putin. Abbiamo presentato un fronte unito attraverso la NATO e il Pacifico”, ha affermato Biden.