Le nuove lingue del Traduttore Google parlate da 75 milioni di persone.

Google Translator continua ad espandere il suo numero di lingue disponibili, e lo fa ora con cinque che, sebbene poco conosciute in generale, sono parlate in totale da 75 milioni di persone.

Parliamo, tra gli altri, di Kinyarwanda (lingua principale parlata in Ruanda, 9 milioni), odio (lingua ufficiale dello stato indiano dell’Orissa, 35 milioni), tartaro (alcune aree della Russia, 6 milioni), turkmeno (la lingua Turkmenistan National, 3,5 milioni) e Uyghur (Cina settentrionale, 12 milioni).

Fino ad ora non erano stati in grado di farlo perché non avevano trovato abbastanza contenuti su Internet per addestrare i loro modelli di apprendimento automatico. Né avevano abbastanza membri che potessero aiutare il traduttore a perfezionare i modelli, ma hanno fatto abbastanza progressi per rendere disponibile il sistema.

Ricorda che Google Traduttore impara dalle traduzioni esistenti trovate sul Web e quando le lingue non hanno una grande quantità di contenuti Web, è difficile tradurre in modo efficace.

L’aggiornamento inizierà a essere implementato per l’1 percento degli utenti di Google Translate a partire da oggi, con un costante aumento dell’intera base di utenti Translate su Android e iOS nei prossimi giorni. Translate supporterà sia la traduzione di testi sia la traduzione di siti Web per le cinque nuove lingue e l’immissione da tastiera virtuale per tre di esse: Kinyarwanda, Tatar e Uyghur.

Si potrebbe dire molto sull’importanza politica di questo passaggio, ma è sufficiente fare un esempio: uiguro è parlato da 12 milioni di persone e vivono con costanti pressioni politiche (principalmente il gruppo musulmano turco nella zona). Con questo nuovo sistema di traduzione può comunicare con il resto del mondo in modo semplice, spiegando così meglio la sua giornata.