SCATÉNATI CON I TUOI MOCASSINI – “Rock Your Mocs“, l’iniziativa con cui venerdì scorso è stata celebrata la cultura dei nativi americani.

Gli studenti di tutto il mondo hanno partecipato al “Rock Your Mocs Day“, promosso dalla studetessa 21enne Jessica “jaylyn” Atsye, che ha lanciato una campagna sui social media per incoraggiare le persone ad indossare i mocassini almeno un giorno nell’anno per celebrare la cultura dei nativi americani e di altre popolazioni indigene.

Sulla pagina Facebook dell’evento, Atsye ha incoraggiato la gente a partecipare all’iniziativa indossando mocassini a scuola, al lavoro o dovunque si fossero trovati il 15 novembre 2013.

Così gli studenti delle scuole elementari nel New Mexico occidentale, ma anche gli studenti della Northern Arizona University e dell’Università del Michigan, hanno indossato i loro mocassini o i loro mukluk foderati di pelliccia (come gli stivali di Kate Middleton!), e persino in una base militare in Afghanistan un soldato ha legato una croce di perline intorno ai suoi stivali a simboleggiare i mocassini dei nativi americani.

L’iniziativa di Jessica “jaylyn” Atsye, che nasce in concomitanza con il Native Heritage Month è diventata globale.

Ora una grande quantità di fotografie è stata postata sulla pagina Facebook, su Twitter e Instagram, l’hashtags Rock Your Mocs è balzato tra i più diffusi nel fine settimana.

Atsye ha spiegato, tra l’altro, che “I mocassini possono essere indossati e apprezzati da tutti. Questa è la cosa veramente interessante di essi: è come se si indossassero delle opere d’arte. Sono tutti pezzi unici“.

In molte tribù di nativi americani i mocassini erano una sorta di identificativo che indicava la tribù di appartenenza, grazie alle decorazioni: perline, disegni e colori, pelliccia e modelli di frangia.

Nei progetti di Atsye, la giornata “Rock Your Mocs” potrebbe aiutare a superare il razzismo.