NASA approva Telescopio Spaziale Sentinella alla ricerca di Asteroidi e Comete pericolosi

Ci sono asteroidi e comete le cui orbite possono passare pericolosamente vicino alla Terra. L’instabilità di tali orbite potrebbe persino causare la caduta di una di queste sulla Terra. Essere in grado di prevedere qualcosa del genere con largo anticipo è fondamentale per avere l’opportunità di lanciare un’operazione che potrebbe deviare l’oggetto dal suo corso. Per essere in grado di fare previsioni, si deve aver scoperto il maggior numero possibile di NEO e monitorarne le orbite. Questi oggetti sono chiamati NEO per Near-Earth Object, che è equivalente a “oggetto vicino alla Terra”. I programmi di ricerca NEO sono già stati effettuati e c’è interesse da parte della NASA a continuare l’attività, per motivi di sicurezza planetaria più che meramente scientifici.

Telescopio spaziale NEO Surveyor

La NASA ha recentemente approvato il telescopio spaziale NEO Surveyor (Near-Earth Object Surveyor) per passare alla fase successiva dello sviluppo della missione a seguito di una revisione riuscita del design di base di questo telescopio spaziale a infrarossi.

NASA approva Telescopio Spaziale Sentinella alla ricerca di Asteroidi e Comete pericolosi

Come spiegato da Mike Kelley, uno scienziato con il programma NEO Surveyor della NASA, NEO Surveyor avrà la capacità di accelerare rapidamente la velocità con cui la NASA è in grado di scoprire asteroidi e comete che potrebbero rappresentare un pericolo per la Terra, ed è stato progettato per scoprendo asteroidi di dimensioni comprese tra 140 e 1.000 metri, portando la percentuale di asteroidi scoperti in questa gamma di dimensioni al 90% entro un decennio dal lancio nello spazio.

Utilizzando sensori che operano nell’infrarosso, NEO Surveyor aiuterà a scoprire più rapidamente gli oggetti vicini alla Terra, compresi quelli che potrebbero avvicinarsi alla Terra nell’emisfero diurno dalla direzione del Sole, un rilevamento quest’ultimo che non è attualmente possibile utilizzando il suolo e basati su osservatori ottici.