nasa contatto sonda spaziale voyager 2

SPAZIO NEWS – La NASA è riuscita a ristabilire il contatto con la sonda Voyager 2 dopo aver perso le comunicazioni con essa alla fine di luglio. Il problema è stato causato da comandi errati che hanno spostato l’antenna della sonda. Tuttavia, il problema è stato risolto grazie a un segnale inviato da una struttura in Australia. La sonda ha ricevuto il segnale e i responsabili della missione hanno confermato che funziona normalmente e si trova sulla traiettoria prevista.

La NASA ha ripreso contatto con la Sonda Voyager 2

Gli esperti della NASA sono riusciti a ristabilire la comunicazione con la sonda Voyager 2 venerdì, dopo averla persa alla fine di luglio, ha annunciato l’agenzia spaziale degli Stati Uniti. L’ente ha riferito che il veicolo spaziale è tornato a trasmettere dati telemetrici e scientifici, confermando che sta funzionando correttamente e si trova sulla traiettoria di volo programmata.

La connessione è stata interrotta a causa di una serie di comandi inviati “inavvertitamente” che hanno spostato l’antenna della sonda di due gradi. Questo problema è stato risolto quando una struttura situata a Canberra, in Australia, che fa parte del Deep Space Network, ha inviato un segnale equivalente a un “urlo” interstellare.

La NASA ha spiegato che il segnale inviato alla sonda, che si trova a una distanza di oltre 19.900 milioni di chilometri, ha richiesto alla navicella di riorientarsi e puntare la sua antenna verso la Terra. La sonda ha ricevuto il segnale dopo 18,5 ore, mentre i responsabili della missione hanno impiegato 37 ore per verificare se il comando aveva avuto successo.