NASA DARPA e MIT discutono della tecnologia Antigravità

Un certo numero di scienziati della NASA, della DARPA, del MIT e dell’Air Force si sono incontrati su Zoom a novembre per discutere di qualcosa solitamente riservato ai teorici marginali e ai maniaci: come sconfiggere la gravità.

La prima Conferenza sull’energia a propulsione alternativa (APEC) è stata costituita per dare agli scienziati la possibilità di discutere di tabù – e, ad essere onesti, spesso inverosimili – idee che esulano dai confini della scienza ufficiale.

Da allora, secondo il rapporto di The Debrief (fonte a fondo articolo), ci sono stati 22 incontri nella serie, con scienziati che hanno discusso di argomenti che vanno dalla propulsione em non newtoniana agli avvistamenti di fenomeni aerei non identificati (UAP) o UFO.

In altre parole, è la “ricerca di Woodstock sulla modifica della gravità”, come Ron Kita, il fondatore di un’impresa chiamata Chiralex che sta lavorando su materiali di “schermatura gravitazionale“, l’ha definita in una citazione per la homepage dell’evento. Tutto sommato, l’evento fa alzare le sopracciglia.

“La comunità di Alt Propulsion è altamente intersezionale e siamo inseriti tra le culture aerospaziale, della difesa, dell’ingegneria elettrica, della fisica, degli UFO e della scienza di frontiera“, ha detto a The Debrief il moderatore e organizzatore della conferenza Tim Ventura.

“Abbiamo persone di tutte queste culture che visitano la conferenza e si presentano, e nonostante il fatto che queste varie comunità non siano sempre d’accordo su alcuni argomenti. Siamo stati in grado di evitare conflitti”.

Nonostante lo strano argomento, 16 dei 71 partecipanti all’evento di novembre erano scienziati e ingegneri della NASA attuali o precedenti, secondo The Debrief, e altri 14 erano affiliati a istituzioni rispettabili tra cui il MIT e Harvard.

Il tema degli UFO apparentemente ha avuto un grande successo alla conferenza di novembre. L’argomento ha avuto una significativa rinascita della cultura pop quest’anno, con i piloti militari che hanno parlato apertamente di incontri e il Pentagono che ha preso in giro un rapporto tanto atteso sulla questione che è stato infine rilasciato a giugno.

“In passato, tutti erano consapevoli degli UFO, ma non erano molto rilevanti perché non sono ben compresi”, ha detto Ventura a The Debrief, affermando che la comunità scientifica sta esplorando l’argomento più seriamente che mai.

Nonostante i loro migliori sforzi, tuttavia, la gravità rimane imbattuta, anche se probabilmente è positivo che alcuni ricercatori stiano trovando il tempo per intrattenere conversazioni a lungo termine su come ciò potrebbe cambiare.


Approffondimento: