NASA confusa: Aurora del Dragone appare in Islanda.

Un’aurora boreale è di per sé affascinante. Ma è ancora più affascinante quando presenta una forma piuttosto insolita. Un gigantesco drago verde fischia nel cielo sopra l’Islanda: o la serie tv “Il Trono di Spade” ha davvero aumentato il budget di produzione per la sua stagione finale, oppure il Sole ha lanciato di nuovo una raffica di particelle cariche nella nostra atmosfera.

La NASA è super interessata al “respiro di fuoco”, un’aurora che è apparsa in Islanda all’inizio di questo mese. Chissà, è possibile che Bulma e Goku abbiano finalmente raccolto le palle di drago.

Aurore come questo accadono quando alcune delle molte linee del campo magnetico del sole si contorcono e scoppiano, creando macchie solari. Le particelle cariche germogliano da questi punti e salgono nel vento solare profondo nello spazio. Se la Terra si trova nel mezzo di una tempesta di energia stellare, le particelle si scontrano con il proprio campo magnetico del pianeta e si muovono attraverso la nostra atmosfera verso i poli.

Previsione di tempesta solare per il 20 febbraio (il giorno di Atletico Madrid-Juventus in Champions)

Lungo il percorso, queste particelle interagiscono con l’ossigeno, l’azoto e altri elementi della nostra atmosfera per creare lo spettacolo abbagliante della luce che chiamiamo aurora.

Mentre le aurore stesse non sono uno spettacolo insolito, la NASA ha osservato che questo drago islandese (che ricorda anche l’incarnazione del drago della malvagia regina Maleficent della “Bella addormentata” della Disney) è apparso in un momento inaspettato.

Il momento si presta ad avere un’aurora spettacolare

“Fino al mese di febbraio non ci sono state macchie solari sul Sole, il che rende i molti giorni di attività aurorale pittoresca di questo mese, qualcosa di sorprendente”, hanno scritto i redattori della fotografia astronomica sul blog della NASA il 18 febbraio. Ma quale è stata l’impressione di coloro che hanno catturato questo affascinante momento?

I fotografi Jingyi Zhang e Wang Zheng sono stati ugualmente sorpresi nel vedere la mitica bestia apparire nel cielo sopra l’Islanda. Secondo la NASA, la madre di Zhang era così eccitata dall’insolita attività aurorale che è corsa fuori con i fotografi finendo in primo piano nella foto di Zhang. La verità, qualsiasi mamma l’avrebbe fatto.

E il drago non era l’unica creatura soprannaturale apparsa all’alba quella notte. “È interessante notare che la mia compagna ha fotografato una fenice allo stesso tempo”, ha detto Zhang in una e-mail. È del tutto possibile che le aurore inondano i cieli del polo nord con figure affascinanti tutto il tempo; ma è difficile che ci siano sempre dei fotografi per catturare quegli istanti.