CRONACA DI NAPOLI – Una notizia che fa clamore: una bimba di due anni veglia per ore il cadavere della mamma morta in casa per un malore.

È successo ieri, 15 gennaio 2014, a Napoli, in via Pigna, quartiere Arenella.
Madre e figlia
erano da sole in casa, il padre al lavoro.

C.R. (Il nome della donna deceduta non è stato pubblicato per intero dai media), 43 anni di età, impiegata di banca, muore per un malore, probabilmente un infarto. Si accascia a terra, tra il letto e il comodino.

La bambina resta da sola, con il cadavere della mamma, per ore, fino al rientro del papà alle ore 19:00.

L’uomo aveva parlato al telefono con la moglie, l’ultima volta, alle ore 12:30 circa.

Quando il padre torna a casa, sua figlia gli indica il cadavere della mamma, accanto al quale è rimasta per diverse ore.

Le cause e l’ora della morte saranno stabilite con maggior precisione dall’autopsia, intanto fa scalpore la reazione della bimba. Una reazione forse più naturale di quel che sembri; una bambina di due anni ha rispettato intimorita il sonno della mamma, senza rendersi conto che sarebbe stato eterno.