Non possiamo fare altro che essere vicini alla famiglia di Mango Pino (nella foto) il cantante, morto a 60 anni nella notte tra domenica e lunedì durante un concerto a Policoro (Matera), ossia nei primi minuti dell’Immacolata Concezione, dopo un malore mentre stava cantando la famosa canzone “Oro“.

Una grande folla (nella foto in basso) ha salutato per l’ultima volta l’artista al suo funerale che si e’ tenuto ieri mattina a Lagonegro (Potenza).

Per dovere di cronaca dobbiamo dare la notizia che dopo la morte di Pino e quella di Giuseppe (75 anni), il fratello maggiore di Mango, anche i fratelli Michele e Armando (quest’ultimo era compositore di alcune delle canzoni più famose di Mango), hanno avuto un malore nell’entrare in ospedale ignorando che fosse morto, e sono stati ricoverati.

La folla numerosa a Lagonegro per i funerali di Mango.

La bara con il corpo procedeva nella piazza antistante la chiesa tra il silenzo commosso della folla. Un forte applauso ha accompagnato il cammino di Mango trasportato a spalla da amici e parenti.

E’ stato l’arcivescovo di Tursi-Lagonegro monsignor Francesco Nolè e il parroco don Mario Timponea, a celebrare i funerali di Mango. Quanta gente persente, dentro e fuori dalla Chiesa con il lutto cittadino a Lagonegro, paese natale del cantante.

I funerali di Pino Mango, il cantante.

Tantissimi i messaggi e fiori lasciati un po’ da tutti. Fin dalle prime ore che si e’ sparsa la notizia, anche nella Villa di Mango, fino a oggi, che lo hanno accompagnato anche al cimitero del paese. “Il tuo volo in cielo non cancellerà la tua presenza nel mio cuore” a firma di “una rondine“, riportava uno dei tanti striscioni dei suoi fan.

Presente anche Mogol il quale ha voluto dire due parole: “artista generoso, di grande animo ed enorme sensibilità.

Non è stato molto considerato in vita. Come tutti i gradi artisti sarà apprezzato ora che non c’è più“.

Giulio Rapetti Mogol (guarda l’intervista realizzata da Margherita Sarli per Trmh24 su YouTube) è un paroliere e produttore discografico italiano. Noto presso il grande pubblico con lo pseudonimo Mogol, è quasi sempre ricordato per il lungo e fortunato sodalizio artistico con Lucio Battisti, sebbene il suo contributo alla musica leggera italiana sia stato di respiro più largo.

Laura Valente la moglie di Pino Mango.

Mango era sposato con la cantante Laura Valente (ex Matia Bazar). Anche la moglie (nella foto) ha voluto esprimere cosi’ il suo amore per il marito e padre dei suoi due figli: “Pino è sempre stato un uomo libero, non sapeva solo cantare ma sapeva anche parlare bene perché aveva bei pensieri. Credeva nell’amore“.

Grande commozione quando a prendere la parola in chiesa, durante il rito funebre, sono stati i suoi due figli, Filippo e Angela, 19 e 13 anni: “Dateci la forza di proseguire i progetti che stavamo costruendo con papà“.

Tra le celebrita’ presenti anche il musicista della Pfm Franz Di Cioccio.

Anche noi vogliamo ricordare Mango. Lo facciamo con questa bellissima canzone (tra le tante) che ci ha regalato. Ecco il video di “La Rondine“.