LA CONFERMA DEL CASO IN CALIFORNIA di encefalopatia spongiforme bovina ha portato Seul alla decisione di bloccare la vendita di carne bovina proveniente dagli Stati Uniti. I due più grandi rivenditori di carne della Corea del Sud, LotteMart e Home plus, hanno così risposto alle preoccupazioni dei consumatori. La dichiarazione di un portavoce ufficiale all’agenzia di stampa AFP recita: “Assumeremo nuove decisioni dopo aver valutato l’azione del governo”.

Da parte sua, il governo sud coreano ha dichiarato che intensificherà i controlli sulle importazioni di carni bovine americane ma che, per ora, non ha intenzione di fermarle.

La Corea del Sud è uno dei maggiori importatori di carne di manzo degli Stati Uniti: nel 2010, la Corea del Sud ha importato 125.000 tonnellate di carne bovina statunitense, con un incremento del 97% rispetto all’anno precedente, secondo quanto dichiarato dal Ministero dell’Agricoltura degli Stati Uniti.