Dopo una massiccia e misteriosa moria di oltre 900 delfini lungo la costa settentrionale del Perù, oltre 600 pellicani sono stati trovati morti negli ultimi dieci giorni nella stessa regione.

Il mistero non trova finora una spiegazione. Neanche l’Istituto Peruviano Sea Institute Sernanp è riuscito a dare una spiegazione di tale fenomeno.

Secondo Francisco Nique, presidente dell’Associazione dei pescatori di Puerto Eten, in 10-12 giorni sono stati ritrovati più di 600 pellicani morti lungo 160 chilometri, tra Punta Negra, in Piura, e San Jose Creek in Lambayeque.

Nique ha riferito anche che sette delfini sono stati trovati morti recentemente, che si sommano agli oltre 900 delfini morti nel nord del Perù in Aprile.

Un biologo peruviano di una organizzazione ambientalista, ha recentemente fatto sapere che la causa della morte di questi delfini potrebbe essere causata da un virus che potrebbe persino mutare gli esseri umani, un virus che potrebbe causare un’epidemia mondiale.

Originariamente la morte di questi delfini era stata attribuita ai sonar utilizzati per l’esplorazione petrolifera.

Il sito deathby1000papercuts.com parla di 1200 pellicani morti e almeno 3000 delfini morti dall’inizio di quest’anno sulla stessa zona. Di seguito il video della notizia con i primi dati riportati in questo articolo: