CRONACA MILANO – Dettagli di una tragedia familiare. È successo a Cesano Boscone, nel milanese, nella serata di ieri 1° dicembre 2012. La lite scoppiata tra il padre e la madre di un ragazzo di 24 anni è degenerata: dapprima l’uomo, Enzo Stevan, ha impugnato un coltello minacciando la moglie, poi il figlio Denis, di professione guardia giurata, ha estratto la pistola d’ordinanza tentando di intimorire il genitore e indurlo a desistere dall’attacco. Al persistere dell’atteggiamento minaccioso del padre, che si è rivolto armato di coltello pare anche contro il ragazzo, Denis ha fatto fuoco con due colpi.

I colpi di pistola, una beretta 98, hanno raggiunto Enzo alla spalla e all’addome.

A nulla sono valsi i soccorsi e l’intervento del 118, allertato dai vicini che avevano sentito gli spari e le grida. Enzo Stevan, operaio incensurato di 47 anni è deceduto durante il trasporto in ambulanza all’ospedale San Carlo.

La moglie di Enzo e figlio Denis hanno atteso l’arrivo delle forze dell’ordine in casa, dove il ragazzo si è lasciato arrestare senza opporre alcuna resistenza dai carabinieri della compagnia di Corsico.

I motivi del litigio non sono ancora noti, anche se le liti in casa Stevan erano piuttosto frequenti. “Litigava sempre con mia madre”, pare abbia detto il ragazzo agli inquirenti.